Servono PC: le iniziative messe in campo

Un tempo lo era il cellulare, ora lo è sicuramente il PC: lo strumento tecnologico di cui proprio non si può più fare a meno. Il mondo del web (e non del social) è entrato prorompente nelle vite di tutti. Anche dei giovani che forse erano più abituati ai canali social che all’utilizzo degli strumenti di Microsoft. Seguire dirette, dibattiti, incontri accademici, e-book, slide, ricerche, documentari, film, lezioni, video-chiamate tra amici o colleghi e ovviamente sostenere gli esami. Gli impegni di molti in questo periodo non sono affatto diminuiti, bensì aumentati. La postazione alla quale si era soliti avere a portata di mano penna e agenda ora ha dovuto fare spazio al reale protagonista della fase 1/2/3/4 e a seguire degli studenti: il personal computer. Le risorse di un oggetto che si è forse a tratti trascurato si stanno ora trasformando in quel lungo impegno odierno che aiuta a tenere la mente allenata e positiva. E se il computer non c’è o se è usato da molti? È un problema che potrebbe presentarsi e a cui forse ora si sta iniziando a rispondere.

Alle varie iniziative di solidarietà digitale a cui abbiamo assistito nei due mesi di lockdown assoluto, si inserisce in sinergia un’iniziativa dell’Università degli studi di Salerno. 40PC4Y prevede la possibilità di usufruire momentaneamente di uno dei 40 PC messi a disposizione dall’ateneo da utilizzare in vista della sessione d’esame di maggio. Secondo le linee guida d’ateneo, infatti, gli esami scritti dovranno svolgersi attraverso la connessione di due portali che possano offrire una visuale completa del candidato che si presta a sostenere l’esame. L’iniziativa al momento riguarda solo la sessione di maggio e solo per le prove scritte. 

I requisiti per accedere sono l’essere studente/studentessa regolarmente iscritto/a all’anno accademico 2019/2020, il dover sostenere un esame scritto tra il 18 e il 29 Maggio, il non disporre di un secondo dispositivo con cui accedere alla prova, ed essere in possesso di un’ISEE inferiore a €20.000. La domanda va presentata entro le 12:00 del 13 Maggio accedendo a questo link (o, in alternativa, qui). Il PC verrà consegnato presso il domicilio del richiedente il giorno prima dell’esame in programma e ritirato il giorno seguente.

Avendo messo soltanto 40 PC a disposizione degli studenti, purtroppo c’è la possibilità che non tutti riescano ad ottenerne uno. In caso di elevato numero di candidati, l’università stilerà una graduatoria dove il criterio di preferenza tra i richiedenti riguarderà il valore ISEE, favorendo quelli a cui è più basso. Nessun contributo per gli studenti e le studentesse che non sono in possesso di alcuno dispositivo, ad eccezione dei €10.000.000 che la Campania investirà unicamente per gli studenti universitari (€250 per studente) per i costi connessi all’acquisto dell’apparecchiatura. L’unico criterio in questo caso è disporre di un’ISEE che rientri nella NoTaxArea. Il Senato Accademico dell’Università di Salerno, riunitosi il 12 Maggio, ha dato il via libera per l’acquisizione delle domande da parte dell’A.DI.S.U.R.C. che saranno possibile presentare a partire dal 18 Maggio.

In un momento come questo, il PC è senz’altro tra gli oggetti che più di tutti possono fare la differenza. Averne uno significa non rinunciare alla propria crescita personale e continuare con serenità il primo percorso di studio. Non averlo significa sentirsi escluso e ancora più lontano di quanto non siamo già. In questo momento d’emergenza, quindi, il possesso di un PC rientra tra le garanzie per il diritto allo studio e in quanto tale deve trovare necessariamente la più precisa e ampia affermazione.

La Redazione