Ralph Spacca Internet: un viaggio nel web e dentro sé stessi

Ralph Spacca Internet, candidato agli Oscar 2019 come Miglior Film d’animazione, è il sequel di “Ralph Spaccatutto” (film del 2012) e sembra essere più complesso, attuale e ambizioso rispetto al primo film che già, a sua volta, è stato considerato un capolavoro.

Il corpulento Ralph e la giovane Vanellope sono personaggi di due videogiochi anni ’80/’90: il primo, “spacca” i palazzi e la seconda gareggia in “Sugar rush”, gioco arcade di macchine. Questa vita abbastanza monotona rende molto felice Ralph ma la giovane Vanellope, invece, non è più soddisfatta e vuole qualcosa di più. Tutto cambia quando viene installato un modem nella sala giochi, che permette ai protagonisti di entrare nell’universo di Internet il quale risulta essere un posto strano che pullula di grandi palazzi, sedi dei social più importanti, ma anche dell’insistenza molesta dei pop-up, della pubblicità indesiderata, della cattiveria degli haters e della frenesia dei like. Inoltre, il film ha dato forma a tutti i colossi di internet, compreso Google, rappresentato come un omino occhialuto e saccente che ha l’abitudine di finire le frasi degli altri come più gli aggrada.

Geniale la parte del film in cui Vanellope approda nel sito “Oh my Disney” dove incontra i personaggi di Star Wars, Zootropolis, Big Hero 6 e fa un pigiama party con la maggior parte delle principesse Disney. Vederle tutte insieme fa un certo effetto. In questo modo, la Disney da una parte sembra celebrare sé stessa attraverso le sue icone più amate e dall’altra si prende in giro da sola, scherzando consapevolmente sul vecchio modello di principessa. Inoltre, tutte le principesse dicono di non capire cosa dice Merida, protagonista di “Ribelle-The brave”, in quanto “appartiene all’altra produzione”, ovvero la Pixar.

Saranno proprio Aurora, Biancaneve, Mulan, Elsa, Rapunzel e le altre ad incoraggiare la nostra protagonista Vanellope a guardarsi dentro per capire quali sono i propri sogni. Anche lei, infatti, desidera emanciparsi per trovare sé stessa, scegliendo a malincuore di allontanarsi da Ralph per trovare un’altra strada che sente propria: la sua strada sembra essere quella di un gioco online, molto simile a GTA, dove la giovane pilota può essere libera di vivere nuove avventure.

Questa volta il corpulento sfascia-palazzi deve affrontare una cosa veramente difficile da gestire, che lo renderà molto vulnerabile: veder cambiare una persona che si ama e lasciarle prendere le proprie decisioni. Ralph affronterà un viaggio dentro sé stesso che lo porterà a capire che l’amicizia deve essere soprattutto un rapporto di fiducia e libertà reciproca, ma che comunque –qualsiasi cosa accada – rimane la certezza di poter contare sempre l’uno sull’altro.

Tutto questo è immerso in una tecnica raffinata e un gusto audiovisivo che se la gioca ormai ad armi pari con la Pixar.

Mika Monaco