Tag: media

Frankenweennie: resuscitare un cane? Si può fare!

Dall’omonimo cortometraggio del 1984, ispirato dalla parodia dei romanzi di Mary Shelley, il genio fantasioso del regista Tim Burton torna con un nuovo film d’animazione, firmato Disney: Frankenweennie. Dopo il successo di The Nightmare Before Christmas e di Alice in Wonderland, Mr. Burton racconta la storia di Victor: questa volta […]

Citizen Journalism: tutto il mondo in un blog

“Citizen journalism è quando la gente, in altri tempi detta pubblico, usa gli strumenti della stampa che sono in suo possesso per informarsi l’uno con l’altro.”   Qualcuno lo definisce il ritorno della democrazia nell’informazione, qualcun altro lo vede solo come una minaccia, da parte dello stesso pubblico, all’egemonia dei […]

Kony 2012, in vista del 20 aprile

  Il fenomeno Kony 2012 non si ferma. La campagna mondiale d’informazione prosegue con decisione in vista del 20 aprile. A incrementare la notorietà del movimento ha contribuito un nuovo filmato, in cui si testimonia il successo dell’opera di sensibilizzazione internazionale e si offre uno sguardo più approfondito su ciò […]

Kony 2012: un caso di trasparenza internazionale

Si fa prossimo il 20 aprile, il giorno in cui il movimento di Invisible Children proietterà la questione relativa ai crimini di guerra di Joseph Kony sul panorama mediatico mondiale, con una giornata interamente dedicata al fenomeno che, da un mese, sta sfidando la moralità dell’opinione pubblica.  Un’autentica sfida che […]

Nessuno tocchi Kony

Questo articolo è un esperimento Il mondo cambia, le persone cambiano, la storia si evolve. I media cambiano, la propaganda cambia, il modus operandi di determinati settori del potere si evolvono. Mi ritrovo a battare sulla tastiera e innerire questa pagina bianca né per difendere qualcuno, né per accusare qualcun […]

Cesare deve morire – Paolo e Vittorio Taviani – 2012

Sezione di Alta sicurezza del carcere di Rebibbia di Roma: i detenuti recitano il “Giulio Cesare” di William Shakespeare, diretti dal regista teatrale Fabio Cavalli. Sono 76 minuti di scene, girate per la maggior parte in bianco e nero, che riescono a dare al film un tono fortemente poetico. Vincitore […]