Il ritorno degli studenti all’università

Dopo sette mesi di università a distanza, l’ateneo salernitano si prepara (questa volta davvero) a ritornare ad una parziale quotidianità pre-Covid19.

Sono state oggi rese note le prime linee guida per l’accesso al campus che varranno almeno fino a Gennaio 2021.

L’accesso al campus sarà consentito agli studenti impegnati in qualsiasi attività didattica (lezioni, laboratori, esercitazioni, esami di profitto ed esami di laurea). Si dovrà indossare la mascherina e transitare lungo i varchi d’accesso attraverso i quali verranno rilevate le temperature corporee (che non dovranno essere superiore ai 37.5 gradi) e controllati i codici QR-Code rilasciati dall’app che si dovrà utilizzare per richiedere l’accesso alle strutture.

Con l’ingresso al campus, l’ateneo darà per assodato che chi entra non sia stato (per sua conoscenza) a contatto con persone affette da covid-19 negli ultimi 14 giorni, non sia sottoposto a quarantena fiduciaria, non provenga da zone a rischio, non abbia sintomi di infezioni respiratorie acute come tosse e raffreddore.

All’interno del campus l’uso della mascherina sarà obbligatorio, così come la distanza di un metro dalle altre persone. L’ascensore potrà essere utilizzato da una sola persona alla volta. Nei bagni si dovrà entrare due alla volta. Nei corridoi si dovrà camminare mantenendo la destra per senso di percorrenza. I distributori potranno essere utilizzati ma si dovranno igienizzare la mani prima e dopo l’utilizzo e non si potrà consumare la bevanda lì davanti. Qualsiasi postazione utilizzata dovrà poi essere sanifica dal singolo studente, indossando guanti e mascherina, con i disinfettanti a base alcolica messi a disposizione dall’Ateneo. Tutti sono invitati a lasciare, a fine turno di lavoro, scrivanie e piani di lavoro sgombri per dar modo agli addetti di sanificare le superfici. 

Gli edifici saranno aperti dal lunedì al venerdì e solo dalle 07:30 Alle 17:30. Solo le attività laboratorio potranno protrarsi fino alle 18:30. Ogni luogo universitario sarà sanificato dopo le 17:30. 

Le lezioni si terranno in modalità mista. Le registrazioni avverranno in sincrono o addirittura prima della stessa lezione. La capienza, come sappiamo, verrà dimezzata e la presenza (nel momento della prenotazione del posto in presenza) sarà data alle matricole. Le lezioni potrebbero durare anche meno delle consuete due ore ma devono in ogni caso non essere inferiori ad almeno quaranta minuti. Le aule prevederanno un solo gruppo di studenti (ad esempio: solo le matricole, solo gli studenti del secondo anno ecc). Il ricevimento, il tutorato e la didattica integrativa continueranno ad essere a distanza.

Gli esami potranno essere svolti in presenza. I dipartimenti dovranno indicare la capienza delle aule didattiche ed il docente dovrà presentare una richiesta per occuparla almeno per mezza giornata, l’arco di tempo varierà a seconda del numero degli studenti prenotati. Per lo svolgimento degli esami in presenza è obbligatorio l’uso della mascherina protettiva durante tutte le fasi previste, così come l’igienizzazione delle mani utilizzando i dispenser e si potranno occupare solo le sedie contrassegnate dalla scritta “qui puoi sederti”. Per le prove scritte, ogni studente dovrà portare con sé il materiale didattico previsto. Una volta conclusa la prova, i fogli dovranno essere posti in un contenitore dove dovranno essere lasciati per almeno 48 ore prima di procedere alla correzione. Per entrambe le modalità di esami, orale e scritto, dovrà essere rispettata la distanza di sicurezza.

Le attività di laboratorio e di tirocinio interni all’ateneo, così come quelle dei tirocinanti delle professioni sanitarie, verranno svolte in presenza. Le strutture didattiche stileranno un piano delle attività, del personale e degli studenti autorizzati all’accesso, in modo da rispettare le norme previste per il contenimento. Gli studenti potranno accedere alle attività dopo essersi prenotati e aver ottenuto il QR-Code. Agli studenti che, per esigenze particolari, non avranno modo di svolgere le attività in presenza sarà garantita una forma di attività sostitutiva. I tirocini e gli stage esterni all’ateneo saranno svolti in presenza a condizione che la struttura ospitante garantisca di aver attuato tutte le misure di contenimento per la prevenzioni di eventuali contagi. Anche questa attività, come quelle didattiche, può avvalersi della modalità mista “distanza-presenza”. 

Per gli studenti che dovranno condurre l’Erasmus presso l’ateneo di Salerno sarà previsto un corso d’insegnamento in presenza e i restanti saranno svolti con la modalità a distanza. Per quanto riguarda, invece, gli studenti dell’università di Salerno in procinto di partire, sarà a descrizione di questi ultimi scegliere se trasferirsi o meno. Nel caso in cui lo studente decidesse di non partire, potrà seguire i corsi con la modalità a distanza. 

Online saranno ancora gli esami di laurea delle triennali. In presenza, invece, quelle delle magistrali e delle magistrali a ciclo unico consentendo l’accesso a due accompagnatori per laureando.

Le manifestazioni, i congressi, gli eventi e gli spettacoli resteranno ancora sospesi

La biblioteca ha già riattivato il servizio di prestito e restituzione attraverso l’installazione dei box per la consegna e delle cassettiere dentro le biblioteche per il ritiro. Nel prossimo periodo sarà effettuata una valutazione per stabilire il numero massimo di persone che gli edifici bibliotecari potranno ospitare, in modo da procedere anche con l’attivazione del servizio “Studio e consultazione”

Attraverso il sistema di prenotazioni, l’università ha modo di stilare un elenco digitale, e in rispetto della privacy, di tutti coloro che accedono al campus. In questo modo, qualora dovesse esserci il sospetto o l’accertamento di un caso covid, l’ateneo limiterebbe la zona provvedendo a sanificarla e contattando chiunque abbia frequentato gli stessi luoghi nei due giorni prima della manifestazione dei sintomi o dell’esame del tampone e la data di inizio dell’isolamento. 

Indossare la mascherina, rispettare un metro di distanza e igienizzare le mani sono considerati requisiti per l’accesso al campus. In caso di mancato rispetto delle norme ci sarà dapprima un richiamo verbale e poi un allontanamento dalla struttura.

La Redazione