Diritti LGBTQIA+: verso quale futuro?

Diritti LGBTQIA+: verso quale futuro?

Il DDL Zan è stato calendarizzato, e le peripezie attraversate per ottenere tale risultato, seppur minimo, sono conosciute al pubblico. Dalla cancel colture alle fake news sugli obiettivi del DDL, da una presunta ottenebrazione della “libertà di pensiero” alle discussioni sul politicamente corretto, gli obiettivi della legge Zan sono del tutto scomparsi dalla discussione, rendendo le rivendicazioni della comunità LGBTQIA+ secondarie rispetto ad un dibattito privo di approfondimento rispetto al tema dell’inclusione e della discriminazione. Con l’avvicinarsi della Giornata Mondiale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia, celebrata per la prima volta nel 2004 per ricordare la decisione dell’OMS di rimuovere l’omosessualità dalla lista delle malattie mentali pubblicata dall’organizzazione, è necessario riportare negli spazi pubblici e più che mai nelle università, discussione valide, fatte di informazioni non fuorvianti e propositive per chi, come la classe studentesca, rappresenta il prossimo futuro.

In quest’ottica si svolgerà all’Università degli Studi di Salerno proprio il 17 maggio l’evento “Diritti LGBTQUIA+: verso quale futuro?”, organizzato dal Dipartimento di Scienze Politiche e della Comunicazione. Il tema dell’evento è il “contrasto all’omotransfobia e le tecniche di valorizzazione della diversità”, ripensando la nostra società e la nostra politica affinché siano “al servizio dell’inclusione e dell’eguaglianza sostanziale”. Ad introdurre il dibattito saranno Virgilio D’Antonio, Direttore del Dipartimento di Scienze Politiche e della Comunicazione, Agostino Vollero, docente di Digital Marketing, E-Commerce, Francesco Buonomenna, docente di Istituzioni di Diritto dell’Unione Europea.

A seguire prenderanno parola personalità di spicco per quanto riguarda l’informazione e la formazione sulle tematiche relative alla comunità LGBTQIA+. Interverranno all’evento Francesca Vecchioni, fondatrice e Presidente dell’associazione Diversity, impegnata nel promuovere un nuovo modo di valorizzare e tutelare inclusione e diversità attraverso la comunicazione -i “Diversity Media Award” sono frutto di questo progetto- ; Carlo Tumino, fondatore insieme a Christian De Florio del blog “Papà per Scelta” (divenuto poi anche un libro)  in cui propongono una narrazione realistica della vita di una famiglia omogenitoriale partendo dalla loro esperienza personale; Francesco Verducci, Senatore e Vicepresidente della commissione straordinaria per il contrasto dei fenomeni di intolleranza, razzismo, antisemitismo e istigazione all’odio e alla violenza.

La direzione scientifica dell’evento appartiene al laboratorio di dipartimento #FuturoInCorso, insieme alla Prof.ssa Daniela Vellutino e alla Dott.ssa Simona L. Scocozza. Collaborano anche le associazioni studentesche Asp (Associazione Scienze Politiche Salerno), Run Salerno, Link Fisciano e Alf. L’incontro si terrà sulla piattaforma Microsoft Teams dalle ore 14:00 alle ore 16:00 (Codice stanza: 2mzaoec)

 

La Redazione

 

 

Il programma