Stipendi da casetta in Canadà

Nel 1957 una canzone a Sanremo suonava così: “Aveva una casettà piccolina in Canadà, con vasche pesciolini e tanti fiori di lillà…”. Il sogno di tutti gli addetti alle pulizie dell’Università degli Studi di Salerno insomma, quello di pulire un’elaborata bomboniera sedicesima in classifica, con tranquillità e poco olio di gomito. Ma qui vale la regola delle proporzioni, e se si lavora in una casetta così carina, anche lo stipendio diventa “piccino picciò”.

In questa storia, di grande c’è solo l’umiliazione, lo ha raccontato ieri alla conferenza stampa presso la Biblioteca Santucci, una lottatrice infaticabile ed addetta alle pulizie, Angela Santorelli, che le facce delle sue colleghe costrette a firmare un contratto misero se le ricorda benissimo. Insieme a lei ha moderato la discussione il collaboratore de La Città Marco Giordano (in maniera del tutto autonoma, poiché il giornale non ha voluto dichiaratamente partecipare all’evento). A seguire gli interventi di Alessandro Landi (rappresentante di Link Fisciano), studentesse e militanti politiche Valentina Monda e Rita Annarumma, e dei professori della facoltà di Sociologia Giso Amendola e Gennaro Avallone. “Noi non siamo in solidarietà ma nella stessa lotta” ci tiene a precisare il professore Amendola, che ha raccontato la sua visione dei fatti. Un’università pubblica che sta riducendo gradualmente gli spazi ideali, culturali, economici. L’accorpamento delle facoltà in dipartimenti, gli accessi a numero programmato di svariate facoltà (recentemente proprio quella di sociologia) e la riduzione dello stipendio e delle ore lavorative dei dipendenti, fanno pensare sempre di più ad una struttura che non garantisce quello che promuove. Siamo in cima alla classifica, ma gli studenti non riescono neanche a capire dove sia la propria segreteria, e i tagli agli stipendi sono il primo segnale del decadimento sociale di un luogo di cultura che si riduce sempre di più.

Lo studente sembra completamente ignaro del quadro generale, ma l’associazione Link Fisciano, dichiara Alessandro Landi, è sempre stata presente nella lotta per la dignità dei lavoratori. Molto più presente dei sindacati, che non appoggiano l’iniziativa come dovrebbero e ancora una volta assenti anche a questa conferenza. Gli studenti di Link hanno in qualche modo riempito tale carenza partecipando in maniera fissa a scioperi, presidi, manifestazioni. Il professore Avallone ne fa invece una vera e propria questione di giustizia: “Noi non possiamo lavorare nella stessa università in cui una parte della componente dei lavoratori si trova in una situazione di povertà economica”. E’ fondamentale che la comunità si faccia carico di un disagio, sia per motivi empatici che per la diretta organizzazione del posto in cui si lavora.

In quella vecchia canzone di Sanremo, ad un certo punto un tale Pinco Panco bruciò la casetta per dispetto. Forse anche l’UNISA va un po’ a fuoco. Ci sarà qualcuno a spegnere l’incendio?

Maria Vittoria Santoro

POTREBBE INTERESSARTI:

L’assemblea pubblica degli addetti alle pulizie

La denuncia dei lavoratori

All’Unisa il presidio per la dignità

19 Replies to “Stipendi da casetta in Canadà”

  1. Tengo a chiarire la frase dell’articolo “il collaboratore de La Città Marco Giordano (in maniera del tutto autonoma, poiché il giornale non ha voluto dichiaratamente partecipare all’evento)”. Penso che la frase possa lasciare spazio a qualche fraintendimento, nel senso: La Città ha partecipato all’evento, essendo l’unico organo di stampa pervenuto con un mio collega, il quale ha scritto un articolo al riguardo pubblicato questa mattina, martedì 7 febbraio 2017, sul quotidiano. Io ho solo tenuto a specificare che il quotidiano La Città non fosse collegato in alcun modo all’ORGANIZZAZIONE della conferenza stampa. A scanso di equivoci riporto quanto detto da me alla lettera durante la conferenza stampa, che si può vedere sulla diretta Facebook pubblicata sulla pagina fan dell’associazione Link Fisciano:
    “Il giornale la città non è legato in alcun modo all’organizzazione di questa conferenza stampa. Poiché ho mandato la mail di invito alla stampa, scrivendo io per La Città, molti colleghi hanno creduto che fosse stata La Città stessa a promuovere la conferenza. Sono qui per supporto personale all’iniziativa, non rappresento il giornale la città”.
    Marco Giordano, citato nell’articolo.

  2. Today, I went to the beach with my children. I found a sea shell and gave it to my 4 year old daughter and said “You can hear the ocean if you put this to your ear.” She put the shell to her ear and screamed. There was a hermit crab inside and it pinched her ear. She never wants to go back! LoL I know this is entirely off topic but I had to tell someone!

  3. Superb website you have here but I was wondering if you knew of any discussion boards that cover the same topics talked about in this article? I’d really love to be a part of online community where I can get feedback from other knowledgeable individuals that share the same interest. If you have any recommendations, please let me know. Appreciate it!

  4. I am usually to running a blog and i really respect your content. The article has really peaks my interest. I am going to bookmark your web site and hold checking for new information.

  5. This is the appropriate weblog for anybody who needs to find out about this topic. You realize so much its nearly hard to argue with you (not that I actually would want…HaHa). You undoubtedly put a brand new spin on a topic thats been written about for years. Great stuff, simply great!

  6. 26813 805399Can I merely say exactly what a relief to get someone who truly knows what theyre dealing with on the internet. You actually know how to bring a difficulty to light and make it essential. The diet need to see this and fully grasp this side on the story. I cant believe youre not a lot more common because you undoubtedly hold the gift. 573760

  7. I simply desired to thank you very much once again. I do not know the things I could possibly have accomplished without the entire techniques discussed by you about such subject matter. This has been an absolute challenging matter in my position, however , observing a well-written tactic you treated it made me to jump with delight. I will be happier for your support and even hope that you recognize what a great job you happen to be getting into instructing the mediocre ones using your site. Probably you haven’t encountered any of us.

  8. 338254 224042The book is excellent, but this review is not exactly spot-on. Being a Superhero is much more about selecting foods that heal your body, not just eating meat/dairy-free. Processed foods like those mentioned in this review arent what Alicia is trying to promote. If you arent open to sea vegetables (and yes, Im talking sea weed), just stop at vegan. 76500

  9. Es un problema muy grave que puede generar grandes complicaciones a nivel de pareja y personal. Una prueba que suele servir para determinar si el origen es físico o no, es comprobar si existen erecciones nocturnas, ya que si se dan, lo normal es que los problemas para mantener la erección suelan tener un motivo emocional. http://shaboxes.com/author/robertvor/

  10. 620786 988623I adore the appear of your web site. I recently built mine and I was seeking for some suggestions for my web site and you gave me several. Might I ask you whether you developed the internet site by youself? 31261

  11. 109226 168398I ran into this page accidentally, surprisingly, this is a fantastic website. The website owner has done an excellent job writing/collecting articles to post, the information here is really insightful. You just secured yourself a guarenteed reader. 25382

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.