Parenti Serpenti: il Natale secondo Monicelli

Da un regista come Mario Monicelli ci si aspetta sempre un ottimo lavoro: è suo, infatti, il film natalizio per eccellenza “Parenti Serpenti”.
Ambientato in una vecchia casa di una piccola cittadina borghese, il film si muove ad un ritmo lento ed intimo tra le giornate della vigilia e della festa di Natale. La casa è abitata da due anziani signori che ogni anno, in occasione delle festività, ospitano a casa loro i quattro figli con i rispettivi partner e figli. Gli stereotipi ci sono tutti: il cenone a base di pesce, i regali non apprezzati ma accettati con un finto sorriso, i parenti che tra loro si odiano e vorrebbero tutto tranne che essere lì. Infatti, non ci vorrà tanto prima che il veleno cominci a far effetto e a penetrare nel cuore della famiglia, e questo avviene quando l’anziana madre dice di voler lasciare la casa e di voler andare a vivere, con il marito, a casa di uno dei loro quattro figli, a scelta.
Da qui, i quattro protagonisti insieme a mogli e mariti, decidono di discuterne in modo pacifico prima, e con insulti e spiacevoli rivelazioni dopo. Nessuno vuole in casa la coppia di anziani signori, coloro che li hanno messi al mondo, li hanno cresciuti ed educati. Verranno, in questo modo, fuori tutti gli scheletri negli armadi: i matrimoni infelici, i tradimenti, le invidie, la falsità.
La pellicola è una cinica rappresentazione della vita, e riesce quasi a nascondere la sua tragicità grazie ad una chiave umoristica e comica. Protagonisti di questa tragedia sono le uniche due persone pure, che ormai stanche e anziane, confidano tutto nell’amore smisurato che i figli dovrebbero avere per loro.
La scelta di ambientare il film a Natale dimostra quanto il “Natale con i tuoi” sia una cosa costruita, falsa e di come la società italiana non abbia alcuna fiducia nell’istituzione della famiglia. Perché odiarsi, non frequentarsi durante tutto il resto dell’anno e poi fingere, come se niente fosse, a Natale, che va tutto bene?

Mika Monaco

8 Replies to “Parenti Serpenti: il Natale secondo Monicelli”

  1. Oh my goodness! an incredible article dude. Thanks However I am experiencing situation with ur rss . Don’t know why Unable to subscribe to it. Is there anyone getting identical rss downside? Anyone who is aware of kindly respond. Thnkx

  2. Please let me know if you’re looking for a article author for your blog. You have some really good posts and I believe I would be a good asset. If you ever want to take some of the load off, I’d absolutely love to write some articles for your blog in exchange for a link back to mine. Please shoot me an e-mail if interested. Thanks!

  3. Thanks for one’s marvelous posting! I actually enjoyed reading it, you can be a great author.I will ensure that I bookmark your blog and may come back sometime soon. I want to encourage you to continue your great work, have a nice holiday weekend!

  4. Pero esto, me hizo pensar en que recaería otra vez al perder seguridad y eso me provocó la negación de ese hecho y reforzó mi decisión a la cura de la disfunción erectil. Un mejor control de las enfermedades crónicas, del ambiente hormonal y la suspensión, en la medida de lo posible, de drogas que puedan causar dificultades, son importantes en el tratamiento de la disfunción eréctil. Impotencia sexual

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.