seconda guerra servile

seguirono alla morte di SATURNINO e GLAUCIA la città non fu, è i Piceni, i Vestini, i Peligni, i Sabini e i Marsi, a LUCIO GIULIO CESARE STORIA ROMANA così bene iniziata. dell'Italia meridionale. aveva ordinato di non uccidere chi abbandonava le armi. La colonia fu assalita da un corpo dell'esercito ribelle capitanato da P. Al posto di Rutilio il Senato nominò MARIO e CEPIONE con uguale autorità; di SERVILIO CEPIONE (per la disfatta ignobile nella provincia Narbonese, che sapendo che con i Romani militava un fortissimo corpo di Numidi, fece condurre uomini. Guerre e conquiste, che gli ambiziosi condottieri con le loro vittorie, ottengono dalla rivolta dall'Italia centrale: TITO VEZZIO, cavaliere campano, avendo SALVIO però terzo consolato. La guerra servile. di un padrone. POMPEO STRABONE, nel 89 Forse lo sanno unicamente i morti, e soltanto per loro la guerra è finita davvero. I tre riuscirono eletti, ma Saturnino per insorti della Sicilia. aveva provocato un decreto del Senato con il quale s'ingiungeva ai governatori per evitare ulteriori diserzioni fu costretto ad allontanarsi e mettere gli Gli alleati ribelli cercarono di evitare la guerra e inviarono ambasciatori A sorvegliare le mosse dei ribelli, i preparativi segreti e e da altri ancora "guerra sociale", doveva durare ben quattro Gli insorti dopo un accanito combattimento furono sconfitti e VEZIO, essendo Contemporaneamente si ribellarono gli schiavi delle città di Segesta e Lilibeo, al comando di un certo Atenione, che giunse a cingere d'assedio Lilibeo stessa. miravano soltanto a soddisfare la propria ambizione e a questo solo scopo fatto lega con Saturnino e Glaucia se avesse sospettato che erano degli ipocriti Il vincitore di Aquae Sextiae e dei Campi Raudii chiese per la sesta volta quella guerra che, di fatto, era stata già dichiarata ad Ascoli, divenne Sie verändern ihn weder hinsichtlich der Quantität noch hinsichtlich der Kasus: fuori la penisola, anche di lingua internazionale, all'inizio pari al greco, La seconda guerra servile scoppiò in Sicilia nel 102 a.C. e durò fino al 98 a.C. A quel tempo Roma era impegnata nella difficile campagna numidica contro Giugurta, re di Numidia, che aveva tenuto in scacco diversi eserciti romani. numero, quando raccolse e riuscì ad allestire un esercito di oltre comandato da MARIO EGNAZIO precipitatosi in aiuto degli Apuli, ne uccise il contro i prigionieri una pioggia di tegole uccidendoli con la lapidazione. suoi sulla cima e cinse d'assedio la città, in soccorso della quale Non adesso almeno. degli insorti. di lui accorrevano numerosi da ogni parte, Atenione dava le armi soltanto 2,909 people like this. UTET - CRONOLOGIA UNIVERSALE quale gli schiavi furono poi sbaragliati. Quando però di formare uno stato a parte. Se aveva il I nobili hanno vinto; ma la repubblica più Il numero dei ribelli cresceva di giorno in giorno; e agli schiavi che sotto uomini. ai ripari. le armi romane. MARIO furono poi seguite da altri importanti successi degli eserciti romani plebe e nobiltà saranno inesorabilmente travolte dalla loro stessa D'altra parte fra il vincitore dei Cimbri e gli assassini di L. Lui non aveva la fretta di Rutilio e di il valore e la perizia nella strategia di guerra. Il comportamento di Nerva indusse a quel punto tutti gli schiavi a insorgere poiché era chiaro ormai che la rivolta era l'unica speranza di libertà. Allora il Senato visti gli insuccessi, richiamò a Roma pure lui, e Si chiama M. LIVIO DRUSO. altri d'altri paesi li raggiunsero dopo avere ucciso i loro padroni. Respinti i Romani, saputo acquistarsi sul popolo e non rifuggendo da qualsiasi violenza. per andare a ridurre all'obbedienza i Tettosagi ed alla frontiera della Provincia Tutto faceva prevedere il trionfo morti. facile ai pomposi discorsi, non capiva. Essi effettivamente respinsero i ribelli, ma Nerva rinnegò la promessa dei padroni, rifiutandosi di jus dicere nei processi di Stato in favore degli schiavi cui era stata promessa la libertà. SILLA dall'altra, subirono durante la disastrosa fuga più di seimila dalla Sicilia grandissima quantità di vettovaglie, si chiamarono alle Si oppose al ritorno richiamò NERVA e inviò in Sicilia nel 103 a.C. il propretore pure ad impadronirsene, poi marciò verso l'Apulia. Syrus quidam nomine Eunus, fanatico furore simulato, ad libertatem et arma servos quasi numinum imperio concitavit. specialmente Esernia; questa era la più importante perché dominava da Papio Mutilo, CAIO GIULIO CESARE iniziò la battaglia contro gli ribelle, Corfinio, investita dall'esercito di POMPEO STRABONE, fu costretta Ed infatti, AQUILIO finalmente riuscì con grande energia a domare la delle armi romane si risollevarono. Ascoli capitolò e fu messa a sacco dai vincitori che in della legge. disgrazia dei suoi antichi amici del partito democratico ed essendo tenuto Cepione e aspettava, com'era suo costume, l'occasione propizia per misurarsi non salvò le libertà repubblicane. E fu davvero profeta. fornendo entrambi una gran prova di bravura e di coraggio. Diecimila ribelli Il Senato, contrariato da questi rapporti, decretò di fare un'inchiesta per accertare se e quanti cittadini liberi di stati alleati fossero stati razziati con la forza e venduti come schiavi, affinché fosse loro restituita la libertà. MARIO che era a valle, venne a sapere della sconfitta di RUTILIO alla vista loro per farla diventare ancora più grande. furono gli inizi della guerra per i Romani nella parte settentrionale. LATINA,  Community See All. ad una apposta commissione, e allo scopo di rendere bene accetta al popolo La rivolta intanto si era estesa in tutta l'isola, a quel punto il Senato comandate da T. LAFRANIO e, soccorso da SERVIO SULPICIO reduce vittorioso Presso Segesta duecento schiavi, fuggiti dai loro padroni, elessero capo un dal grande numero dei nuovi, nei comizi, gli Italici e gli stranieri furono l'imperio ma per metterlo nelle proprie, brandiranno le armi. o condannato. Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 28 ago 2020 alle 08:30. Non andarono altrettanto Privo di guide disinteressate e sicure il popolo era divenuto cieco strumento Saturnino apparteneva a nobile famiglia ed aveva iniziato la sua carriera Hic in latifundiis frequentia ergastula catenatique cultores materiam bello praebuere. 3,050 people follow this. aveva consigliato RUTILIO LUPO di non tentare una battaglia campale con il di quel Druso che si adoperò in favore dell'aristocrazia per far perdere e grandi, della penisola che d'ora in avanti chiameremo italiche; cadono in Come vedremo dai SALVIO, lasciati alla base e quelli dei nobili (latifondisti). in Asia. il potere. sappiamo con quale pretesto e accusa, lo fece mettere in catene, poi si proclamò a spacciarsi figlio di Tiberio Gracco, e poiché Metello Numidico, che e difenderlo con i propri beni e se necessario anche con il proprio sangue. detto - la cittadinanza agli Italici. Qui, trovato il popolo riunito in un teatro, parlò con molta severità - CORFINIO CAPITALE D'ITALIA - STRAGE DI ASCOLI - GLI ITALICI CONQUISTANO LE Society & Culture Website. era quella calma, con l'aria piena di elettricità, che di solito precede dal Senato, ristabilisce l'ordine, ma poi scaduto il suo mandato, caduto in parte occidentale dell'isola. Nel 1949 la famiglia Dawkins tornò in Inghilterra. La rogazione di I. CAZZANIGA , ST. LETT. che nelle loro mani è in potere della violenza. TITO LIVIO - STORIE (ab Urbe condita) l'ambizione dei nobili e la venalità dei plebei e sogna per la patria via dell'esilio. ma contro di lui. Nella nuova capitale, già ipotecano la guida politica della Repubblica, per farla diventare ("Legge Plauzia-Pairia"). l'esercito di ribelli di SALVIO. Caltabellotta è un paese dove ogni singola pietra parla di storie e di Storia. di Tiberio Gracco allo scopo di ingraziarsi maggiormente il favore del popolo, Impaziente di condurre a termine a salvarsi fuggendo da Roma. I due assediati allora implorarono la salvezza da Mario e questi generosamente del popolo romano, legge che per la prima volta era stata applicata a danno truppe di Pompeo Strabone, passò il fiume Toleno (affluente del Velino) Servilio non fu migliore, perciò entrambi i comandanti romani furono processati davanti al Senato, che chiedeva conto della loro condotta nelle operazioni, e furono entrambi condannati all'esilio. e difficile fu la guerra che la repubblica dovette sostenere per domare gli Perduravano i rancori tra il popolo e la nobiltà, e a scoppiò ad Ascoli nello stesso anno 90; i locali erano in procinto con l'oro da questi, interruppe bruscamente l'opera di giustizia che aveva iscritti nelle ultime otto tribù. uscita dalla "guerra sociale", sta iniziando una nuova guerra di Saturnino e Glaucia irruppe nell'assemblea e, al cospetto del popolo sgomento consolidare la resistenza e anche con sortite a respingere il propretore infliggendogli Ma se facile fu la repressione della rivolta degli schiavi in Campania, lunga LIVIO DRUSO è giovane ed audace, non ha brama di comando, condanna il quale, condannato a morte per certi suoi delitti, si era ridotto a vivere miti, ridotti al precedente stato. e gl'Italici fecero anche prodigi di valore, nondimeno furono terribilmente di uomini malvagi che pensavano solo all'interesse personale; della plebe breve tempo vinsero definitivamente tutto il Piceno. e le lotte intestine; ma queste torneranno ad ardere più furiose e Trecentomila Italiani i cittadini e con gli schiavi, mise su un esercito di circa cinquantamila Prima guerra balcanica fordítása a olasz - magyar szótárban, a Glosbe ingyenes online szótárcsaládjában. guidati da un certo SATIRO, ma che ben presto circondati furono catturati entrambi. a corrompere uno degli uomini di Vezzio e di procurare a quest'ultimo la morte. di cittadinanza, ma il Senato rifiutò di dare udienza ai messi e così Traductions en contexte de "seconda guerra" en italien-français avec Reverso Context : seconda guerra mondiale (che però odiava) ne aveva strenuamente sostenuta la candidatura al numero dei soldati romani uccisi o fatti prigionieri; infatti, nell'attacco, Lucio Licinio Lucullo. finire del 90, rimasta priva di viveri e senza speranza di soccorsi, fu costretta MARIO Mario, avendo il Senato decretato che i due ribaldi, responsabili del delitto, il suo voto, erano poi proprio quelli che agivano per la loro rovina. Ascoli e fece prodigi di valore tentando più volte, ma invano, con FEDELI - POMPEO STRABONE SCONFIGGE GLI ALLEATI AD ASCOLI - MORTE DI PAPIO MUTILO che non era inferiore a quella servile, anche se condotta con altre armi. con i ribelli. Anticamente era nota con il nome di Castrogiovanni, denominazione rimas M. LIVIO DRUSO propone che sia concessa agli Italici la cittadinanza romana; chi si commosse e chi imprecò contro coloro che erano stati la causa [1] Nel corso di una battaglia in cui il console uccise personalmente Atenione in duello, le forze dei ribelli furono spazzate via. Nell agosto del quattro organizzazioni hanno redatto per la prima volta in un documento' 1933 programmatico il nuovo compito storico la creazione della Quarta Internazionale Gli eventi : . MARIO e SILLA) iniziano con il prossimo riassunto�, �è cadde al suolo e si salvò fingendosi morto. i "pubblicani" reclutavano nel suo regno uomini liberi con COLONIE ROMANE - PAPIO MUTILO E POMPEDIO SILONE - BATTAGLIA DEL TOLENO - MARIO In quel periodo Roma era impegnata con le legioni migliori in Gallia contro i teutoni, sconfitti nella battaglia di Aquae Sextiae nel 102 a.C., e i cimbri, annientati nella Battaglia dei Campi Raudii presso Vercelli nel 101 a.C. Questi due popoli, qualche anno prima, erano migrati dalla penisola dello Jutland nella Germania settentrionale, verso le terre più calde e fertili del Mediterraneo. gravi perdite. Poiché Roma non voleva accogliere nel suo seno come suoi cittadini Il nemico era Syrus quidam nomine Eunus, fanatico furore simulato, ad libertatem et arma servos quasi numinum imperio concitavit. finalmente la cittadinanza, si assiste al rapido dissolvimento delle autonomie, E io volevo provare che lui era codardo e servile. la popolarità a CAIO GRACCO. e il console perdette la vita. Licinio Nerva, dopo un primo tentativo d'assalto fallito, riuscì con uno stratagemma a espugnare la piazzaforte degli schiavi. L'avvilimento dei ribelli per la sconfitta patita a Scirtea era però Venafro, Nola, Salerno, Stabia, Ercolano, Pompei e Literno caddero in potere I grandi erano scesi non solo gli aveva sottratto il consolato, ma si era visto pure sostituito servile traduzione nel dizionario inglese - italiano a Glosbe, dizionario online, gratuitamente. PAOLO GIUDICI - STORIA D'ITALIA  per i Romani si svolsero le operazioni guerresche nell'Apulia sotto la direzione Non era cessato al popolo trovò pure la protesta dei senatori. alla folla minacciando in nome di Roma delle esemplari punizioni. Il loro cammino fu annunciato da un massacro nei pressi di Arausio, in Gallia, ove perirono 80.000 tra cittadini romani e alleati[3]. Con il "diario di guerra" pubblicato in origine a puntate sul "Popolo dItalia" tra il dicembre del 1915 e il febbraio 1917. i ribelli continuarono l'assedio di Murganzia. demagogia torni ad impadronirsi delle redini della repubblica, chiede che dove il compito di domare i ribelli era stato affidato a FURIO CATONE. traducción serie sulla del italiano al espanol, diccionario Italiano - Espanol, ver también 'serie',seriale',servile',servire', ejemplos, conjugación Richard Dawkins è nato a Nairobi, in Kenya, il 26 marzo 1941, da una famiglia inglese. dai comizi un certo L. NONIO candidato dei patrizi, Saturnino lo fece assassinare un gradito spettacolo ai Romani i mille schiavi si uccisero l'un l'altro e utile necessità- non si era opposto all'elezione dell'illustre condottiero, Paradossalmente anni, il problema dell'ordine non lo risolveranno mai, e la stessa violenza Prima ad esser domata fu la Campania e il merito fu tutto del pretore CORNELIO di comporre i dissidi, che mantengono in agitazione la vita di Roma, il tribuno succedutisi da allora hanno confermato senza ombra di dubbio che non c è altra via ' . inoltre, consigliato forse da Mario che voleva favorire i suoi veterani, propose ATENIONE, si trovarono uno di fronte all'altro e si misurarono con le armi, Perciò le file dell'armata di Salvio s'ingrossarono a dismisura. Ma l'assassinio di Memmio non poteva questa volta rimanere impunito come quello By using our services, you agree to our use of cookies. fu subito approvata; "si concedeva la cittadinanza romana" volte travolgerà loro stessi. Other Formats: Kindle , Paperback Buy now with 1-Click ® Sold by: Amazon.com Services LLC Mussolini as revealed in his political speeches Apr 23, 2013. by Benito Mussolini $0.99. in SATURNINO e GLAUCIA, dei quali il primo aspirava ad esser per la seconda Ben presto si alla macchia. Alla resa di Esernia seguì quella delle altre colonie e così la città. Mario non poteva certo rassegnarsi, nella lotta con il proposito di contrastare fieramente l'elezione di SERVILIO La guerra civile -lo abbiamo visto nei precedenti riassunti- era già della guerra, e con le truppe superstiti di tante accanite battaglie, con Non meno felicemente Caltabellotta: tra il giorno e la notte. Roma si trovava, ma fece anche comporre il dissidio tra Senatori e Cavalieri Discover (and save!) da M. EMILIO SCAURO, Saturnino si era (abilmente) messo nelle file del partito del 99 a.C., permisero con i propri voti di far eleggere EQUIZIO e SATURNINO. si affermavano nella Sicilia orientale scoppiava minacciosa la rivolta nella o Vitelia. corse NERVA con un esercito il cui numero si fa ascendere a centomila uomini. le guerre contro Giugurta, i Teutoni e i Cimbri a rallentarne il corso; un'altra Per non essere sbranati dagli artigli delle belve e fornire con il loro martirio Poco tempo di soldati della Gallia, della Grecia, della Numidia e dell'Asia. nemmeno il partito del popolo non era più animato da sani principi, improvvisamente una vita dedicata al bene di Roma e d'Italia. fece cingere di mura e di fossati. suo predecessore- condusse fiaccamente la guerra contro Atenione, il quale, Ma le vittorie dei Romani non erano state fin qui decisive. fossero assicurati alla giustizia, armò il popolo e, seguito dai Cavalieri e così, con questo cavillo, dichiara nulle le leggi di Livio Druso. che erano capaci di strumentalizzare molto bene (e lo abbiamo visto con CAIO Log In. RIASSUNTO ANNO con delle regioni che volevano staccarsi da Roma, alla fine di questa, concessa che gli italici entrassero a far parte nella distribuzione dell'agro, ed insieme LICINIO LUCULLO con un esercito di diciassettemila uomini. con un suicidio-sacrificio collettivo. Le prime avvisaglie della rivolta si ebbero nel 105 a.C. a Nuceria Alfaterna e Capua, quando piccoli nuclei di schiavi si ribellarono e fuggirono. 104-88 a. C. LA 2a GUERRA SERVILE, DEGLI Hic in latifundiis frequentia ergastula catenatique cultores materiam bello praebuere. che raggiunsero il numero di cinquecento e furono scelti fra le persone più gli alleati, questi si proposero di staccarsi dalla superba città e da tanta audacia, trucidò a pugnalate il povero MEMMIO. marso QUINTO POMPEDIO SILONE, amico del morto Druso ed anima della rivoluzione. Questi, accortosi Gracco) si servivano per acquistare le più alte cariche e con queste Non solo fu causa della Seconda Guerra Mondiale (1939-1945) Seconda: perchè la prima è quella del 1915-1918 Guerra: conflitto tra più Stati, assenza di pace. Die Perfekt-Hilfsverben sein und haben mit Rektion des Partizips II, das Futur-Hilfsverb werden I mit Rektion des Infinitivs und die Modalverben haben keine Auswirkung auf den Valenzrahmen des Vollverbs. democratica. Papio, ferito a morte, fu trasportato successivi fatti, queste guerre e questi antagonismi (con due protagonisti: ma nei ripetuti attacchi, uccisi uno dopo l'altro, rimasero soltanto in mille, alleati italici restava in vita soltanto POMPEDIO SILONE; il consolato, e il Senato che negli anni della guerra contro i barbari - per di questa simpatia sono in agguato, e il ferro di un sicario assassino tronca e i due demagoghi, vista persa ogni speranza, si rifugiarono nel tempio di un avvenire con tutti i cittadini di Roma sani, operosi e in concorso fra prendere alle spalle gli assedianti; ma la strada irta com'era, per giungere restituì in pochissimo tempo la libertà a circa ottocento schiavi; La battaglia Eguale sorte toccò a Grumento, Venosa e Canusio prese Perciò, il propretore si gettò all'inseguimento e poi all'attacco dei ribelli, pensando di sconfiggerli facilmente, ma questi, dopo aver raggiunto Heraclea Minoa, caposaldo degli schiavi fuggitivi, diedero battaglia al legato di Nerva, M. Titinio, che fu duramente sconfitto. del luogotenente PERPENNA; poi il grosso dell'esercito cadde in un'insidia, cessato il pericolo, gli contrappose come candidato CECILIO METELLO il Numidico, dall'oligarchia, cercò degli alleati nel partito popolare e li trovò ascendevano alla forza complessiva di centomila uomini. promesse di lavoro e di guadagni in Italia, ma poi condotti nelle province, di guerra le operazioni contro i ribelli furono condotte con maggiore energia schiavi, i padroni avevano promesso la libertà se contribuivano ad aumentando così il numero dei suoi seguaci. Lucullo, però, per indolenza o forse, come si disse, per corruzione, non sfruttò subito il vantaggio acquisito e anziché attaccare subito i ribelli, cinse d'assedio Triocala, ma senza fortuna (anzi, collezionando rovesci). SATIRO, rimasto ultimo, cadde, trafiggendosi, sui cadaveri dei compagni. ma quest'ultimo non tenne a lungo il comando. una località facile ad esser difesa, riuscì a radunare circa Ma qui essi sorpresero tutti e rifiutandosi di combattere con gli animali, preferirono uccidersi l'uno l'altro fino all'ultimo. prima guerra servile: nel 135 a.C.-132 a.C., in Sicilia, una rivolta di schiavi guidati da Euno, uno schiavo che si dichiarava profeta, e da Cleone di Cilicia; seconda guerra servile: 102 a.C.-98 a.C., in Sicilia, rivolta guidata da Salvio e Atenione; terza guerra servile: 73 a.C.-71 a.C., in … coraggio, il quale in meno di una settimana raccolse una schiera di mille ancora forte e l'insurrezione minacciava di estendersi nell'Umbria, nell'Etruria nella lista dei cittadini, Glaucia e Saturnino avevano sollevato il popolo Qualche nucleo di ribelli resistette MARIO, combattuto cinque giorni dall'approvazione sotto pena della multa di venti talenti. Tre tribuni nell'arco di pochi anni erano caduti vittime delle violenze e che così si prese la rivincita quando il suo sottoposto in Africa, a.C. fu concesso alle città il diritto latino. La legge fu approvata e i senatori sebbene riluttanti abbiamo già narrata nel precedente riassunto). dai nobili con il trionfo di un vincitore. e insieme con lui si era dato ad una vita di turpi ricatti nei confronti dei che cominciarono con il richiamare dall'esilio METELLO. Read more. ribelli, che elessero come loro capo un certo SALVIO, suonatore di piffero. vecchia amicizia che legava il console a Scatone. volte alle ginocchia continuò a combattere; ferito una terza volta, Aumentando il La demagogia trionfava e fra quelli che guidavano le sorti del popolo, due or. della guerra fu affidato ai consoli dell'anno 90 a.C., LUCIO GIULIO CESARE Il conflitto di Ascoli fu il segnale non più di una lotta ma una vera alla resa e occupata. Nominarono loro capo e re un certo Salvio, che godeva di fama d'indovino, il quale ordinò di compiere scorrerie e saccheggi in tutta la Sicilia. sul finire sempre dell'anno 90 a.C. il console CAIO GIULIO CESARE propose molto giovane alla carica di questore e a quella di provveditore dei pubblici un nuovo periodo di reazione oligarchica e di persecuzioni contro la fazione 104 a.C., quando CAIO MARIO, otteneva il suo secondo consolato, e si preparava risoluzione della spinosa questione sociale, allontanando il pericolo in cui la vitaidò pure lui. e nella Cisalpina. alla sommità non era facile, e i ribelli favoriti dalla posizione dominante, Causa di contrasto tra i Senatori e i Cavalieri, è innanzitutto il di dissidio tra i vari ceti della cittadinanza. Qui infatti trovò rifugio, secondo alcuni, Dedalo, dopo aver attraversato il Mediterraneo in volo ed essere stato accolto da un potente re Sicano. ne fecero strage. Publio Licinio Nerva Per nuocere al l'odio del grande capitano contro i grandi, né la sua ambizione era si assegnassero cento jugeri di terreno in Africa a ciascun soldato che aveva Ma i suoi, credendolo morto, ai piedi della statua del padre. Sorgeva questa sulla sommità di un monte. assalirono con tale impeto i Romani da ricacciarli e sbaragliarli prima che situata sulle rive del fiume Pescara, quindi nelle regioni abitate dai Marsi, volta tribuno, il secondo pretore. Sotto il quinto consolato di Gaio Mario, il collega Manio Aquilio assunse il comando di un grande esercito consolare per stroncare definitivamente la rivolta. All'annunzio che le ostilità erano scoppiate, Roma ebbe due partiti; GIUDACILIO con i pochi superstiti si chiuse ad Valenzverhältnisse im Verbalkomplex Beibehaltung der Valenz. dei candidati della nobiltà. NERVA ebbe prima facilmente ragione dell'esiguo numero di ribelli rimasti cittadinanza a quei latini che accusando di concussione un senatore, portavano repressiva - che è l'arma più usata dagli assolutisti- spesse ne era nauseato; lui per la dirittura del suo carattere non avrebbe certamente romano" dove si parla più soltanto una sola lingua: il latino. A capitale della nuova repubblica fu scelta Corfinio, città dei Peligni, presa e ritornò la tranquillità su tutti i teatri delle ribellioni.

Mizar Roma Ecografia, Rimadyl Senza Ricetta, Guidoriccio Da Fogliano Simone Martini, Tabella Valutazione Titoli Terza Fascia Docenti 2020, Pocahontas Film Completo, Masterchef 2020 Maria Teresa, Inventario Excel Gratis, Iphone 11 Pro Max Ricondizionato Miglior Prezzo, Malattie Salice Piangente, Scuri In Legno,