Come ti spaccio la famiglia

We’re the Millers, il cui titolo italiano Come ti spaccio la famiglia non le rende giustizia, è una commedia americana del 2013 diretta da Rawson Marshall Thurber. Il film è stato vietato ai minori di 17 anni (Rating R) negli Stati Uniti a causa degli espliciti contenuti sessuali, di un linguaggio scurrile e ovviamente per la costante presenza di droga. Proprio quest’ultima funge da protagonista principale nel film.

David (Jason Sudeikis), è un uomo sulla quarantina che fa lo stesso “lavoro” dai tempi del liceo: lo spacciatore di droga. Tutto si complica quando perde tutti i suoi soldi e deve oltre quarantamila dollari ad uno spacciatore internazionale che minaccia di ucciderlo. Per ripagare il debito, deve andare in Messico e trasportare negli Stati Uniti un caravan intero di erba. Ma come evitare problemi alla frontiera? Semplice, egli crea una famiglia finta composta da personaggi altrettanto particolari e devastati: Rose (Jennifer Aniston), la quale per vivere fa la spogliarellista; Kenny (Will Poulter), un imbranato adolescente abbandonato dalla madre; e da Casey (Kathryn Roberts), una ragazza ribelle scappata di casa. Ed ecco come nasce la famiglia Miller! La trovata sembra funzionare perfettamente: chi mai sospetterebbe di una bella famigliola in viaggio per il weekend del 4 luglio? Da quel momento in poi incominciano a susseguirsi comiche avventure e gag deliranti. Ma i momenti più esilaranti sono quelli in cui entra in scena la famiglia di camperisti composta da Nick Offerman e Kathryn Hahn, personaggi secondari ma che danno al film un’ulteriore impronta comica.

Criticato dai moralisti per la scelta di mostrare un gruppo di spacciatori di droga come degli eroi, questo film – man mano che i minuti scorrono – porterà i protagonisti, che inizialmente erano estranei a qualsiasi idea di famiglia, a comprendere l’importanza del nucleo familiare e a non riuscire a fare a meno l’uno dell’altro. Perché tutto sommato i Miller, anche se sono il frutto dell’unione di diverse solitudini, insieme funzionano benissimo e il divertimento è garantito!

Film assolutamente da non perdere perché oltre ad essere geniale e divertente va a sottolineare il valore e l’importanza del nucleo familiare (soprattutto quando te la scegli e non è di sangue) su cui si può sempre fare affidamento in qualsiasi momento.

Mika Monaco