Categoria: Dal Mondo

Locuste e clima: un pericoloso connubio

Il più delle volte, il tipico accostamento che la maggior parte di noi è spinto a fare ogni qualvolta sente parlare delle conseguenze derivate dai cambiamenti climatici, causati dal riscaldamento globale, finisce sempre con frasi tipo “Fa troppo caldo per essere inverno”, “A dicembre camminavo ancora con le t-shirt” o […]

Democrazia al limite: è così facile dimenticare il passato?

“Immaginate un paese che prende il nome da un albero. Pau Brasil. Il suo inchiostro rosso lo portò quasi all’estinzione. Ne resta solo il nome. Un Paese in cui morivano più schiavi di quanti ne nascessero. Era più economico portarne altri dall’Africa. Un Paese in cui ogni ribellione è stata […]

Una tempesta perfetta nei paradisi tropicali

Grosse perturbazioni d’aria calda e fredda si scontrano in gigantesche aree oceaniche. Da questa singolare collisione tra la calura estiva ed il freddo invernale, nasce un uragano anomalo e distruttivo che “colpisce esattamente l’area più vulnerabile di una regione, provocando il massimo danno possibile per un uragano di quella categoria”. […]

Breast ironing: un’altra violenza contro le donne

Breast ironing: letteralmente stiramento del seno. Non è un nome di fantasia, ma una vera e propria tortura praticata su bambine in età puberale (tra gli 8 e i 13 anni). La pratica, nata originariamente nella Repubblica del Camerun, si è diffusa pian piano nell’Africa occidentale, toccando paesi come Togo, […]

Bangladesh: stoccata allo stigma della verginità

Lo stigma del culto della verginità in Bangladesh ha ricevuto il 25 agosto 2019 una stoccata netta e vincente. Precedentemente al 1971 (anno in cui il paese ottenne l’indipendenza), durante il periodo Pakistano, la legge riguardante matrimoni e divorzi prevedeva che l’assenza di rapporti sessuali venisse messa per iscritto sul […]

Ghana: il cioccolato non crea più dipendenza

“Il Ghana non può più continuare a fare politica per noi stessi, nel nostro paese, nella nostra regione, nel nostro continente, sulla base di un qualsivoglia sostegno che il mondo occidentale, Francia o Unione europea possono darci. Dobbiamo uscire da questa mentalità di dipendenza […]  ‘Cosa può fare la Francia per noi?’. […]